C. Lagarde (FMI): le banche centrali devono prestare maggiore attenzione alle criptovalute


Christine Lagarde, amministratore delegato del fondo monetario internazionale (FMI), ha avvertito che le banche centrali e i servizi finanziari devono prestare maggiore attenzione alle criptovalute.

Parlando al CNBC in occasione delle riunioni annuali della FISM a Washington D. C., Lagarde ha dichiarato:

“Penso che stiamo per assistere a massicce perturbazioni”.

Secondo Lagarde, le criptovalute potrebbero svolgere un ruolo futuro nell’ aggiornamento della valuta interna del FMI, un’ attività di riserva denominata diritto speciale di prelievo (DSP).

Ha detto:

“Quello che analizzeremo sarà come questa moneta, il diritto speciale di prelievo, possa effettivamente utilizzare la tecnologia per essere più efficiente e meno costosa”.

Da tempo il FMI sta esplorando le potenzialità della tecnologia, concentrandosi sia sui pagamenti transfrontalieri che sulla possibilità di una valuta criptocurrency con il sostegno della banca centrale.

In qualità di amministratore delegato del FMI, Lagarde è sempre stata una notevole sostenitrice della tecnologia.

Parlando alla conferenza di Londra del mese scorso, ha detto che la criptovaluta può dare alle valute tradizionali una “spinta”, mentre poco tempo prima, nel mese di giugno, Lagarde ha sostenuto che blockchain potrebbe essere utilizzata come un mezzo per combattere la frode finanziaria e il finanziamento del terrorismo.

Nella sua conversazione odierna con CNBC, Lagarde si è espressa contro il pesante attacco di JPMorgan Chase Head (Jamie Dimon) del mese scorso, che aveva definito il bitcoin una “frode”,  mettendo in guardia contro l’ errata classificazione della criptovaluta classificata speculativa o fraudolenta.

Lagarde ha consigliato:

“E’ molto di più”.

 

FONTE